“Rinascere” di Maria Rosaria Teni


Rinascere

da un utero sventrato

e rivedere il cielo.

Riassaporare il soffio

del vento sulla pelle

e respirare l’aria.

Tra macerie e urla

grida la vita

che pulsa tra vene

svuotate di sangue.

Tra rovine e carcasse

piange la vita

che muore tra  pietre

derubate di fiori

Maria Rosaria Teni

                                                             a Marta
                                       L’Aquila /  notte del 6 aprile 2009

Premio speciale della Giuria al Premio di Poesia
“Il sublime – Il golfo dei poeti” –
II ed. 2018- La Spezia
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: