“Elegia per Naim” di Luciana Moretto


Mamma, lo sai, questa culla d’acqua
che mi ripara e mi protegge
dentro il tuo ventre,
mi preparavo a lasciarla,
non volevo altro
che a pieni polmoni saziarmi
dell’aria di un mattino radioso
e tutto il mondo intorno
a festeggiare la mia nascita
e invece, mamma, ancora acqua
intorno, tanta, l’acqua di questo mare
che chiamano  Mediterraneo
e tu che non rispondi.
Luciana Moretto

p002_1_01Da La Repubblica del 10 ottobre 2013 – Lampedusa “… raccontavano della madre ritrovata senza vita, ancora attaccata col cordone ombelicale alla creatura che stava partorendo”
E’ un rimando alla notte del disonore, dell’Italia, dell’Europa, del mondo.
Poesia  di Luciana  Moretto, segnalata da Maria Grazia Bisconti.