“Il sorriso che non c’è” di Maria Rosaria Teni

Il sorriso che è scomparso, celato dietro una mascherina, ci rende uniformi dinanzi agli altri, in un sembiante criptico che non si lascia intravedere. Penso anche però che, oggi, quello che verrebbe fuori sarebbe un sorriso malinconico, una sorta di nostalgia che riporta a un momento in cui la libertà e la naturalezza non erano mediate da un senso di paura. In questi giorni rifletto soprattutto sull’attitudine a trattenersi dall’essere spontanei, intrappolati come siamo in una qualche diffidenza conservativa che possa proteggerci da un oscuro nemico che stiamo cercando di tenere a bada. Cercando rifugio negli angoli rassicuranti dei nostri privilegiati interessi, sento che finalmente si allontanano i pensieri negativi e riappare quasi la speranza che in fondo sia possibile affrontare il nemico con le armi concesse dalla nostra mente. Tra queste, un’arma per ripararsi dall’isolamento è sicuramente rappresentata dalla scrittura e, mai come in questo periodo, la nostra rivista è colma di tanti scrittori, poeti o semplici narratori del nostro tempo che inviano i propri testi, palesando le proprie emozioni e i diversi stati d’animo, come per tendersi verso un interlocutore che accoglie con altrettanta emozione e condivide con entusiasmo pezzi di vita. In questo momento la rivista pullula di iniziative e idee che hanno preso il via con il progetto nato a marzo “A PROPOSITO DI DONNE”, che si è diffuso anche attraverso il canale youtube di Cultura Oltre ( Cultura Oltre) e che ha visto una bella partecipazione. Nel mese di aprile si darà vita a una nuova rubrica fissa “IL LIBRO DEL MESE” che vedrà protagonista un libro, corredando, ove possibile, la presentazione con un’intervista all’autore. Sono certa che in questo angolo culturale, prima o poi, si affacceranno i sorrisi e ritornerà l’entusiasmo per la creatività e la rinnovata vitalità.
Mi piace concludere con Montale e rinnovare i miei pensieri all’ombra dei suoi splendidi versi: “Ripenso al tuo sorriso e per me è come lo scorgere l’acqua limpida per caso tra i sassi di un greto.” (Eugenio Montale)

Maria Rosaria Teni

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Editoriale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Il sorriso che non c’è” di Maria Rosaria Teni

  1. culturaoltre14 ha detto:

    Grazie Marcello, le tue parole sono di grande importanza per quanto stiamo vivendo!

    "Mi piace"

  2. Marcello ha detto:

    Esimia Maria Rosaria, la tua disamina su quanto stiamo vivendo in questo periodo storico della nostra vita, è descritto con somma sapienza aggiungerei se me lo permetti, quanto sta accadendo, lascerà in tutti noi un senso di sgomento di incredulità. Speriamo e preghiamo il Buon Dio di guidarci ad un rispetto maggiore verso la madre terra.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.