” E un giorno ti accorgi” di Maria Rosaria Teni

E un giorno ti svegli stupita e di colpo ti accorgi
che non sono più quei fantastici giorni all’asilo
di giochi, di amici e se ti guardi attorno non scorgi
le cose consuete, ma un vago e indistinto profilo…

Prendo spunto dalla bellissima canzone di Guccini, “E un giorno” , inserita in un album possente, coraggioso che affronta il motivo del tempo che passa, per riflettere e considerare che ogni giorno, lentamente ma inversamente in modo veloce, si vive consumando giorni che non avranno un ritorno. Il brano è dedicato alla figlia Teresa, ormai diventata grande, “sospesa tra voglie alternate di andare e restare” che, con sottile nostalgia, rievoca i giorni dell’infanzia e dell’adolescenza. A volte, ascoltando brani che riguardano la sfera intima, capita di sentirsi disarmati e quasi persi nella ricerca di un’età passata attraverso stagioni che si avvicendano nel turbine inesorabile del tempo. Sembra che non sia mai stato il momento che abbiamo vissuto eppure i segni sul volto, i decadimenti del corpo che non accetta le sfide con prove ardite di giovanile esuberanza, fanno capire che, inevitabilmente, il vissuto si sta consumando tra le pieghe di giorni che ingoiano anni. Anche nell’esordio della stagione estiva, mentre tornano alla mente le sere cariche di calura e di afa, il pensiero si inerpica sulle serate trascorse a giocare per strada, a rincorrere il caldo con spruzzi di allegra e goliardica voglia di ridere, scherzare, gioire. E mentre il mio “Sabato” sta dolcemente ripiegando in una domenica di vuota speranza, amo riprendere l’invito al “garzoncello scherzoso” dicendo a me stessa, nel piccolo angolo del mio animo conteso dalle ombre che “la festa, c’anco tardi a venir non… mi sia grave”.

Maria Rosaria Teni

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Editoriale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a ” E un giorno ti accorgi” di Maria Rosaria Teni

  1. MARCELLO MARENACI ha detto:

    Cara esimia Maria Rosaria, noto che la sua anima è pervasa d’amore nel ricordo della verde età. Inoltre merita una lode per la sua aggraziata proprietà linguistica che ci riporta con dolcezza alle più belle pagine dell’infanzia, adolescenza, dei primi sorrisi della vita. Complimenti la sua opera comunica sempre un sentimento di umanità, di bellezza e bontà.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.