I giorni del fuoco a Novoli (Le) e il progetto “Focara Social Club” di Maria Rosaria Teni

img-20150111-wa0000

ph Eleonora Mello

La comunità di Novoli, piccolo paese situato a una manciata di chilometri da Lecce,  nei mesi invernali, è accesa da un evento che riscalda  le fredde notti nei giorni  che precedono e che seguono la festa del Santo Patrono  Sant’Antonio Abate  e riporta alle antiche tradizioni che riconoscono nella focara, un’ enorme pira formata da almeno 90000 fascine con un diametro di circa 20 mt e una altezza di circa 25, il simbolo purificazione e di scoperta degli elementi ancestrali della propria terra.  Il lavoro di costruzione della focara inizia già nei primi giorni di dicembre e il 16 gennaio  viene accesa da uno spettacolo di fuochi d’artificio che illuminano a giorno il cielo novolese.
Interessante novità, degna di essere evidenziata nell’edizione del 2017 della Festività in onore del Santo Patrono, è la nascita di un progetto innovativo che vede coinvolti giovani novolesi e che prende il nome di Focara Social Club, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, entrando in graduatoria utile dell’avviso pubblico denominato “Giovani per il Sociale” – “Azione mirata alla promozione e alla realizzazione di progetti promossi da giovani e da soggetti delle categorie svantaggiate per l’infrastrutturazione sociale e la valorizzazione dei beni pubblici nel Mezzogiorno”. ll progetto punta a realizzare “Interventi innovativi tesi alla valorizzazione delle culture e delle tradizioni, del dialogo tra identità culturali e religiose”, cercando soprattutto di coinvolgere i giovani della comunità novolese in una dimensione reticolare che fa perno sulla valorizzazione innovativa della cultura locale e delle tradizioni, così come del dialogo interculturale e religioso legati alla Fòcara e più in generale ai riti del fuoco, indirizzata allo sviluppo della partecipazione consapevole e matura in grado di costruire una coscienza civica solida e solidale e nuove opportunità di lavoro.

foto0080

ph Eleonora Mello

img_20160117_113527

ph Eleonora Mello

In virtù di tali obiettivi è previsto per il 14 gennaio 2017 a Novoli, presso il palazzo Baronale, un interessante workshop nel quale si ospiterà una delegazione della comunità di San Marco in Lamis (FG) e si dialogherà sui riti del fuoco che accomunano le due cittadine (la Focara in onore di Sant’Antonio Abate a Novoli, la Processione delle Fracchie nel Venerdì Santo a San Marco in Lamis).
Saranno aperti e attivati dei “tavoli di lavoro” sulle tematiche principali dei riti e rituali del fuoco (culto e devozione, folclore e tradizione, cultura e intrattenimento, connessioni con altri riti, ecc.), intorno ai quali tutti i partecipanti potranno manifestare considerazioni e formulare proposte di valorizzazione.
Un’occasione unica di incontro e confronto, per scoprire e riscoprire ciò che accomuna e ciò che contraddistingue le due comunità, per valorizzare il culto e la tradizione, per pensare al futuro di questi riti così significativi e concepire possibili modalità e forme di collegamento tra gli stessi. Il primo passo verso il gemellaggio tra le due cittadine, il primo ponte tra comunità locali che entrano nella “Rete del Fuoco” del progetto Fòcara Social Club.
Di seguito il link da cui poter attingere ulteriori notizie e approfondimenti:
https://www.focarasocialclub.net/

Maria Rosaria Teni

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Spettacolando.... Contrassegna il permalink.

2 risposte a I giorni del fuoco a Novoli (Le) e il progetto “Focara Social Club” di Maria Rosaria Teni

  1. Franz ha detto:

    Ops scusa…Maria Rosaria! 🙂

    Mi piace

  2. Franz ha detto:

    Credo tu ti chiami Maria Antonietta…ciao. Grazie per il follow che ho avuto il piacere di ricambiare…ci leggeremo e credo che sarà un piacere…tutti intorno ad un propiziatorio cerchio di fuoco… 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...