” Non solo… barriere” di Maria Rosaria Teni

indexPrima d’ora non avevo ancora provato il piacere – o forse dovrei dire il dispiacere? – di camminare insieme ad una persona che vive su una sedia a rotelle e che vuole godere di una passeggiata tra le vie della città. In una sera ottobrina, poco dopo il tramonto, ha inizio quello che oggi ricordo come il più rocambolesco e periglioso percorso a ostacoli. Dopo le manovre necessarie per uscire dalla macchina e salire su una due ruote speciale, che nella fattispecie è una sedia per diversamente abili, e dopo infinite peripezie per trovare un parcheggio – visto che quello per disabili era puntualmente occupato dai “veramente abili” –  e, di conseguenza, dopo aver deposto l’automobile ad una distanza ragguardevole rispetto al centro della città, ebbene dopo… ha avuto inzio l’avventura!
Non è ironia gratuita o retorica superflua, ma si tratta proprio di un’avventura bella e buona!
Tralasciando gli sguardi di tanti occhi “diversamente  curiosi”,  forieri di messaggi subliminali in direzione dell’amica che mi era accanto, ma su due ruote, ho assaporato quanto “e come è duro calle lo scendere e ‘l salir per l’altrui scale”, ossia quanto fosse arduo percorrere un seppur breve tratto di vie cittadine pullulanti di vita in un sabato sera frenetico.
Marciapiedi invasi da autovetture invadenti e scivoli occupati selvaggiamente, cosicché inevitabilmente ostruiti al passaggio di una sedia a rotelle costretta gioco-forza ad insana gimcana tra rialzi e sconnessioni del manto stradale. Sconveniente poi desiderare di accedere al Teatro dove si tiene un concerto jazz, ovviamente proibito perché mancano scivoli per accedervi e quindi accessibile solo a patto di issare carrozzella e relativa ospite su braccia robuste e volenterose!
Una passeggiata che si tramuta in un paradossale tour con sdegno crescente da parte mia e umiliante sfinimento da parte di chi, non solo deve combattere con il proprio personale disagio e con la propria disabilità, ma deve affrontare una selva di barriere mentali che sono più avvilenti e pesanti di quelle architettoniche e che feriscono l’animo umano.
Maria Rosaria Teni

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Editoriale, Miscellanea. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...