“Rinascere” di Maria Rosaria Teni

Dal terremoto de L’Aquila a oggi…un soffio o un’eternità? Il tempo non cambia i fatti…

Rinascere
da un utero sventrato
e rivedere il cielo

riassaporare il soffio
del vento sulla pelle
e respirare l’aria

tra macerie e urla
grida la vita
che pulsa tra vene
svuotate di sangue

tra rovine e carcasse
piange la vita
che muore tra pietre
derubate di fiori
© maria rosaria teni

a Marta
L’Aquila / una notte d’aprile

IMG_20160430_122724

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

6 risposte a “Rinascere” di Maria Rosaria Teni

  1. maria concetta mariano ha detto:

    parole dense di significato che trasmettono emozioni forti

    Mi piace

  2. pattyper ha detto:

    I tuoi versi feriscono come lame, come le case crollate su uomini, donne e bambini inermi, hai trovato le parole giuste per rappresentare tutto il nostro dolore e la nostra impotenza.

    Mi piace

  3. Marisa Cossu ha detto:

    La realtà del dolore. l’immensità della tragedia, in una poesia mossa da consapevole passione. Molto bella.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...