“Silenzioso dialogo col tempo” a cura di Maria Rosaria Teni

indexErano gli ultimi giorni del 2015 quando scrivevo le mie riflessioni sul Natale e, tra me e me, pensavo alla fatuità delle nostre inclinazioni ai regali inutili e altre corbellerie fascinose che ci agguantano durante il periodo natalizio, facendoci correre da un negozio all’altro per soddisfare piccole voglie inappagate durante l’anno. È trascorso tanto tempo; non avevo alcuno stimolo a ricercare altre occasioni per esternare i miei punti di vista su alcuni atteggiamenti del nostro vivere quotidiano. Una pausa voluta, la mia, desiderata per intessere un dialogo con la mia coscienza e capire in quale parte collocare il mio modo di pensare. Ascoltare giornalmente ciò che accade intorno, assistere impotente a episodi che fatico a menzionare perché il solo ricordare mi fa stare male, riconsiderare il rapporto incancrenito che si sta instaurando tra noi, esseri umani uniti dallo stesso destino, mi riconduce ad una massima del filosofo inglese Thomas Hobbes – Homo homini lupus” che sostanzialmente  riassume la condizione dell’uomo il quale, spinto dal suo più profondo istinto, cerca di ledere gli altri e di eliminare chiunque sia di ostacolo al soddisfacimento dei suoi desideri fino al punto di considerare il  prossimo come un nemico o peggio ancora come un “diverso” e, pertanto, decretarne l’ eliminazione. Intolleranza, pregiudizio, sopraffazione sembra vogliano emergere in una società che si disgrega, vittima di un’operazione di imbellettamento esteriore  che rende gli individui sempre più maschere e sempre meno uomini.
È metafora di vita  questa nostra esistenza quotidiana, che si dipana tra recite inconsulte su un palcoscenico che assume contorni ogni giorno più inquietanti nel processo di alienazione che sta divorando l’uomo moderno
Maria Rosaria Teni

 

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Editoriale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Silenzioso dialogo col tempo” a cura di Maria Rosaria Teni

  1. tessitoridamore ha detto:

    Condivido ciò che pensi e scrivi. Questo nostro vivere ci impone regole e percorsi spesso
    inaccettabili. Resta solo il nostro libero pensare in quello spazio che nessuno ci può togliere. E’ il nostro ultimo appiglio, il nostro paradiso perduto. Tocca solo a noi abbellirlo e infiorarlo in attesa di tempi migliori. Per non arrendersi mai e vincere le nostre sfide quotidiane, con la testardaggine di un ottimismo quasi assurdo per i tempi che stiamo vivendo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...