” Alternanza Scuola lavoro – La scuola nel territorio, il territorio nella scuola” di Maria Rosaria Quarta

12583798_1049634805094528_2006396231_nIo scelgo, io studio, io lavoro è il filo conduttore della tavola rotonda che si è tentua il 22 gennaio nel Liceo Statale “ Don Tonino Bello” di Copertino ( Le) e che ha coinvolto alcuni rappresentanti del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca quali: il Prof. Vincenzo Nicolì ,Dirigente USR Puglia-Ufficio VI ambito territoriale Lecce; il Rettore dell’Università del Salento, prof. Vincenzo Zara, congiuntamente ai rappresentanti della Regione Puglia : Prof. Sebastiano Leo, Assessore all’Istruzione, Università, Formazione e Lavoro; dott.ssa Maria Rosaria Gemma, Dirigente regionale della Sezione Scuola Università e Ricerca; dott.ssa Anna Cammalleri Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia; Dott.ssa Valentina Ferri, responsabile Istruzione – Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione ORSIF Puglia –ARTI. Rappresentanti del territorio: Prof.ssa Sandrina Schito, Sindaco comune di Copertino, Dott.ssa Viola Margiotta, Pres.te del Gruppo Giovani imprenditori di Confindustria Lecce e Prof.ssa Giuseppa Antonaci, Pres.te ITS per l’Industria dell’Ospitalità e del Turismo allargato. I partecipanti sono stati ospitati dal Dirigente Scolastico del Liceo, prof. Fernando Iurlaro.
Tema centrale della tavola rotonda l’alternanza scuola/lavoro come supporto nelle scelte educative della scuola, strumento di analisi dei fabbisogni professionali delle imprese del territorio, e luogo di orientamento nelle personali esigenze formative degli studenti. Coma ha fatto notare il Dirigente USR Puglia, la Legge 107 rispetto alla 128 ha una maggiore incisività in quanto introduce l’alternanza scuola/lavoro anche nei licei e sdogana il concetto professionalizzante, precedentemente legato solo agli istituti professionali e tecnici. Pertanto è evidente che la scuola non può più vivere all’interno di se stessa ma si deve collegare e collocare all’interno di un contesto territoriale più ampio quale il territorio , l’università e la stessa Comunità Europea attraverso il partenariato. In questo modo gli studenti possono perseguire non solo un progetto scolastico ma un progetto di vita. Anche il Rettore Zara, nel suo intervento, ha ribadito la necessità di fare sistema tra il mondo della scuola, dell’università e dei centri di formazioni, non solo a livello territoriale ma anche nazionale. Pertanto è necessario che il sistema dell’istruzione e quello della formazione devono avere comuni intendimenti per ciò che riguarda le competenze, le conoscenze e le abilità. Al di là delle riforme dei cicli universitari, ha sostenuto la necessità di puntare sulla spendibilità del titolo di studio all’interno del mondo del lavoro, tenendo conto che quest’ultimo cambia più velocemente rispetto ai sistemi di istruzione sia scolastici che universitari. La dott.ssa Gemma nel sul intervento ha evidenziato la necessità di incentivare e far crescere l’offerta formativa attraverso l’uso dei fondi strutturali europei in modo da offrire agli studenti un bagaglio di esperenze formative grazie all’interazione tra enti locali, imprese, tra istruzione e formazione, ribadendo l’apertura del mondo della scuola e dell’università verso il territorio e gli enti locali. Ha sostenuto la necessità dell’intervento nell’orientamento sia per evitare la dispersione scolastica che per guidare il passaggio dalla scuola all’università e ai percorsi formativi che questa offre, in modo che i giovani possano scegliere di costruire consapevolmente il proprio futuro, tenuto conto che l’orientamento è il viaggio e non la meta.
La positività dell’alternanza, che rende possibile un patto territoriale che si occupa del futuro dei giovani, superando le criticità presenti nel nostro teritorio, in cui operano piccole e micro imprese, è stata riconosciuta da Viola Margiotta, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce.
Nell’intervento di chiusura, Sebastiano Leo ha evidenziato l’importanza degli stage e dei tirocini formativi che, unitamente all’alternanza scuola/lavoro diventano strumento didattico utile alla realizzazione di percorsi di studio che orientano progressivamente i giovani al mondo del lavoro.
Maria Rosaria Quarta

 

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...