“Momenti” in compagnia di Maria Rosaria Vetrugno a cura di Maria Rosaria Teni

silloge poetica "Momenti" di Maria Rosaria Vetrugno

silloge poetica “Momenti” di Maria Rosaria Vetrugno

L’incontro con Maria Rosaria Vetrugno avviene in un pomeriggio di marzo, in compagnia di una buona tazza di tisana fumante e di tanta voglia di raccontarsi e di raccontare. Intanto  parliamo dell’uscita  della silloge poetica “Momenti”, Edita da Lupo, nata dal desiderio di esternare e condividere i momenti significativi della propria vita e quindi mettersi in gioco attraverso la creazione di versi che ricalcano i passi quotidiani di un’anima sensibile. In realtà, Maria Rosaria ha mosso i suoi primi passi nel mondo della poesia già da diversi anni e. dopo aver partecipato alle varie edizioni del “Premio Vitulivaria”, ha avuto una maggiore conferma della sua indole poetica essendo giunta tra i finalisti in tutte le edizioni del concorso. Ha trovato dunque la forza ed anche la spinta necessaria per pubblicare le sue poesie e lo ha fatto dando vita ad una raccolta di momenti che sono divenuti indelebili ed essenziali nella sua formazione.  Mi inoltro nell’intervista dunque, con l’intento di far emergere le sue qualità artistiche ed umane che me l’hanno fatta stimare ed apprezzare sin dalla prima volta che l’ho vista.

  •  Un particolare benvenuto nella nostra rivista culturale a Maria Rosaria Vetrugno, poetessa salentina che ha da poco pubblicato con la casa editrice Lupo, una silloge poetica dal titolo “Momenti”. Diamo inizio alla nostra intervista parlando subito di lei e della sua passione per la scrittura. Chi è Maria Rosaria Vetrugno? Com’è nato in te il desiderio di scrivere e far conoscere agli altri il tuo mondo interiore? Maria Rosaria Vetrugno è una persona semplice, moglie e mamma, consapevole di avere una vita anche troppo “normale”, probabilmente per questo poco attraente dal punto di vista sociale e culturale. Amo la mia famiglia, per me è un valore fondamentale, e amo tutte quelle piccole cose che fanno parte del mio quotidiano, perché io VIVO di piccole cose. Non sono stata mai molto ambiziosa,non so se dire purtroppo o menomale, e forse ho delle potenzialità inespresse ma di questo sono più convinti gli altri che io stessa. Non per questo ho uno scarso senso di autostima, anzi, sono come appaio e mi piaccio abbastanza per come sono, intendo come persona. Amo moltissimo gli animali, amo essere dinamica, non sopporto l’ ipocrisìa e la presunzione, sono “impastata” letteralmente di emozioni e ho una predilezione per le persone molto comunicative. E a proposito di comunicazione, il mio desiderio di scrivere nasce proprio da questo, ma più che un desiderio, il mio è un “BISOGNO” di comunicare. Ho sempre avvertito questa necessità, fin da piccola: sia che fosse gioia o qualcosa di negativo, dovevo “buttarlo fuori” e condividerlo con qualcuno e in questo la mia famiglia mi è stata sempre di grande aiuto. Da piccola poi, avevo sempre un diario su cui annotavo tutto ciò che riguardava il mio universo emotivo. Poi si cresce, la vita ti presenta a volte delle prove molto dure da affrontare e non sempre si ha la fortuna, il luogo e il modo per poter esprimere le proprie emozioni. E ho scoperto per caso, quasi per gioco, che scrivere mi aiutava proprio in questo senso e proprio nel momento in cui sentivo il bisogno di farlo.Ho esordito nella poesia nel 2011, ispirandomi al mio gatto, “Romeo”; ho giocato con le rime e lì ho capito, con autentica sorpresa, che mi veniva facile esprimermi in versie ho cominciato così ad assecondare questa mia “esigenza” di mettere per iscritto un pensiero, una sensazione, uno stato d’ animo.
  •  Hai esordito nella poesia e subito sei entrato tra i finalisti nelle due edizioni del Premio “Vitulivaria”. Quanto ha significato per te ottenere dei riconoscimenti pubblici? E ancora cosa rappresenta per te la poesia? E quando trovi i momenti per scrivere?Avere dei riconoscimenti pubblici mi ha fatto ovviamente piacere ma soprattutto perché ha significato che il mio “messaggio emotivo” era arrivato a destinazione … e la poesia per me è proprio lo strumento giusto per questo, al pari di una nota musicale o di un passo di danza: emozionare! Non ho tempi stabiliti per scrivere: io li chiamo “Art attak” improvvisi, diurni e a volte notturni, che non vale la pena mai rimandare perché non “evapori” l’ ispirazione del momento, essenziale! 
  • Parliamo della silloge pubblicata con Lupo e consideriamo il titolo che lei hai dato: “Momenti”. Da quali emozioni sei stata spinta? “Momenti” è nato rivolto a una cerchia ristretta di persone,come regalo per i miei cinquant’ anni agli amici, diciamo così, più ricettivi in questo senso. Nel libro ci sono io a 360 gradi, io a cinquant’ anni, con il mio modo di sentire e vivere di oggi, io con le mie emozioni (ancora una volta emozioni!): positive, negative, comunque emozioni, da trasmettere con tutta me stessa a chi essenzialmente mi conosce già e a chi non mi conosce ancora bene. 
  • Che ruolo ha la poesia e quanto è stata importante per il tuo percorso di vita? Il mio desiderio è che gli altri, leggendo i miei versi, si possano rivedere e ritrovare in essi e condividere gli stessi miei stati d’ animo in momenti particolari della loro esistenza. Un modo diverso per combattere, e perché no, vincere il sentirsi soli, in un mondo che purtroppo va sempre di più in questa direzione. Io continuerò a scrivere finchè avrò qualcosa da dire e, appunto, da trasmettere.
  •  In conclusione, mi piacerebbe sapere se hai intenzione di proseguire nella strada della scrittura e con quali progetti.  Progetti? No, per ora no. Vorrei seguire questo percorso con naturalezza, così come l’ ho cominciato. Il resto verrà da sé.

Accolgo le parole di Maria Rosaria con un sorriso perché, conoscendo la sua semplicità e la sua sensibilità, sono sicura che presto nasceranno altri versi e altri “momenti” che racconterà in altre pagine di bella poesia.

A presto…

Maria Rosaria Teni

 

Lettura della poesia "Romeo" finalista al Primo Concorso "Vitulivaria"

Lettura della poesia “Romeo” finalista al Primo Concorso “Vitulivaria”

 

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Interviste. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...