“Che cos’è la poesia?” a cura di Maria Rosaria Teni

Da più parti seguitiamo a  porci questa domanda: “Che cos’è la poesia?”.
Lungi da me la pretesa di rispondere in maniera assoluta ed efficace,  sento l’esigenza di  approfondire e comprendere questo genere letterario che ha la sua origine precipua nella sfera intima ed emozionale e che, una volta manifesto, assume un carattere autonomo ed originale. Dal punto di vista denotativo, la poesia si caratterizza per essere un componimento in versi e questo la differenzia sostanzialmente dalla prosa. Ma con i versi si può raccontare e, in tal caso, la poesia diventa “narrativa” o “epica”, come quella di Omero o, ancora più vicina a noi, quella di Ariosto e Tasso.
E’ anche “didascalica”, quando spiega ed in un certo senso “insegna”, ed il riferimento al poeta Lucrezio ed al suo “De rerum natura” è d’obbligo. C’è ancora la poesia “drammatica”, fondata su dialoghi teatrali come avveniva nella antica commedia greca e latina.
Quando la poesia si attesta sull’espressione dei sentimenti e dei propri pensieri, allora diventa “lirica” ed è la poesia che meglio si rappresenta perché assume la funzione rivelatrice dello stato d’animo del poeta e mostra nei versi, aspetti presenti nella realtà umana che, spesso, sono sepolti dalla quotidianità superficiale in cui l’uomo praticamente vive.
E’opportuno evidenziare che, quand’anche il poeta rappresenti la realtà oggettiva, lo fa comunque filtrandola attraverso il suo punto di vista e le sue emozioni e sensazioni, riuscendo nell’intento di comunicare ciò che prova in quel determinato momento. Tenuto conto di ciò, la poesia nasce dunque dall’esigenza, a volte inconscia, di esprimere i propri stati d’animo, assumendo nel contempo un valore sociale straordinario proprio in quanto concretizza il desiderio che  l’uomo ha di rivelare se stesso e aspetti, a volte trascurati, della realtà che gli appartiene, mediando il tutto attraverso l’uso esclusivo e creativo della parola.
Nel corso della nostra vita, riflettiamo spesso sul significato e sul segreto della nostra esistenza e del nostro essere al mondo, godendo delle piccole gioie o soffrendo per i grandi dolori, meditando sovente sul destino che ognuno di noi deve affrontare in relazione all’imprevedibilità del caso. Succede così di avvertire la necessità di esternare le nostre riflessioni e di comunicarle. Quando avviene questa estrinsecazione del sé, diamo vita alla poesia e tendiamo una mano ai nostri compagni di viaggio in un’accettazione universale della condizione umana. Il poeta, dunque, vuole coinvolgere nel suo mondo di esperienze, sentimenti e pensieri e lo fa adoperando prevalentemente un linguaggio connotativo, ricco di aspetti soggettivi ed emotivi. Concludo questa mia breve, ma spero significativa, considerazione sulla poesia, del cui valore insostituibile sono fermamente convinta, invitando chi mi legge a esprimere riflessioni e pensieri riguardo il significato della poesia, elaborando una sorta di cenacolo virtuale intorno al quale riunirsi e condividere.
Mi piace leggere insieme a voi questi splendidiversi di Eugenio Montale (1896-1981), che efficacemente esprimono l’aspetto connotativo e comunicativo della poesia:

“Spesso il male di vivere ho incontrato”
Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l’incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.
Bene non seppi, fuori del prodigio
che schiude la divina Indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.
da E. Montale, Ossi di seppia, inTutte le poesie, Mondadori, Milano, 1984

Maria Rosaria Teni

ph Gabriele Spedicato

ph Gabriele Spedicato

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...