Fb & friends

10374526_1504848719769635_4847909950761788676_nL’avvento di internet ha certamente stravolto le vite di tutti noi. Da quel momento in poi il lavoro, lo studio, il tempo libero sono stati totalmente sovvertiti nella loro concezione tradizionale.
Finalmente, un numero di persone inimmaginabile prima di allora ha avuto accesso a notizie e informazioni in misura pressocché illimitata. Stare seduti sul proprio divano o alla scrivania e poter acquistare beni di ogni genere, oppure guardare le immagini di luoghi lontani dove non si sarebbe mai potuti andare, se non con la fantasia. WOW!!!
Lo step successivo di questa “rivoluzione digitale” è stato l’avvento dei “social network”. Nati dalle brillanti intuizioni di “nerd”, hanno cambiato le regole della comunicazione sociale. Originariamente, la loro funzione è stata quella di mettere in contatto persone tra di loro lontane, offrendo un varietà di opzioni e “servizi” indubbiamente maggiore rispetto al semplice telefono o alla e-mail. Chat, condivisione di video e foto, ma soprattutto la possibilità di acquisire nuovi “amici” o “follower”, creare “cerchie”. Ciascun social usa di fatto un suo gergo specifico.
In una fase successiva si sono trasformati in una forma di business, vedasi quotazioni in borsa e inserzioni pubblicitarie.
Qualcuno potrebbe affermare che tutto ciò sia assolutamente positivo, anch’io ritengo che lo sia, ma solo in parte. L’abuso di questi strumenti, a scapito della comunicazione tradizionale, ha in molti casi ghettizzato gli utenti in una sorta di bolla virtuale. In quelli estremi si sono sviluppate forme acute di dipendenza, stati di alterazione nella percezione della realtà, segregazione volontaria in casa per giorni o addirittura settimane.
Da qui la necessità di sottoporre queste persone a dei trattamenti psicologici riabilitativi. Pare che in Cina esistano delle strutture specializzate nel trattamento delle sindromi da dipendenza dai social.
Tutto ciò lo si può definire “amichevole”?
Vinz De Luca

Annunci

Informazioni su culturaoltre14

Rivista culturale on line creata e diretta da Maria Rosaria Teni. Abbraccia diverse prospettive in ambito culturale, occupandosi di letteratura, studi filosofici, storico-artistici, ricerche scientifiche, attualità e informazioni varie sul mondo contemporaneo. Dedica particolare attenzione alla poesia ed alla narrativa, proponendo testi, brevi saggi, dissertazioni, racconti, riflessioni, interviste e recensioni.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...